Il mio primo Startrails

Il mio primo Startrails

La fotografia notturna, sarò sincero, non mi ha mai appassionato. Non sono mai riuscito a provare grandi emozioni dinanzi ad un paesaggio urbano notturno, al colore caldo della luce dei lampioni; ma neppure i paesaggi con una luna alta nel cielo mi han mai entusiasmato particolarmente.
Fino a quando ho scoperto gli Startrails.
Lo Startrails è una tecnica che consente di catturare il movimento della volta celeste utilizzando la somma di più scatti. Il risultato finale sarà una foto in cui il cielo sarà completamente occupato da miriadi di scie, ognuna delle quali è una stella con il suo relativo movimento effettuato durante il tempo di esposizione della foto.
E’ una tecnica davvero facile da attuare e che, dopo qualche tentativo, riesce a dare grandi soddisfazioni. L’unica cosa davvero importante è avere pazienza, ma tale requisito è praticamente la norma nella fotografia paesaggistica e naturalistica in generale.

Ecco quindi il risultato:

La foto in questione è stata ottenuta dalla somma di 414 scatti per un tempo totale di esposizione di 3 ore e 42 minuti. L’atmosfera che questa tecnica dona alle foto è assolutamente fantastica, non vedo l’ora di provarla con un paesaggio migliore.

Saverio Savio

8 Comments

  1. Giovanni Mattei

    Devo dire che questa mi era sfuggita. Davvero bellissima ^^

    • SaverioSavio

      Grazie mille Giò, in realtà però come dicevo era solo un test per vedere come funziona la tecnica. In Sardegna ho provato in uno scatto un po’ più pensato (click qui per vederlo) ma ho sbagliato il momento in cui ho iniziato a prendere l’esposizione e il gradiente del cielo mi è venuto palesemente artificioso. Appena torna l’estate, e quindi la possibilità di passare 4/5 ore di notte senza morire gelato, ci voglio riprovare! :-)

      • Giovanni Mattei

        Bhè devo dire che questa è ancora più bella. Per quel che vale il mio parere da profano, mi piacciono molto di più i colori e poi quando c’è di mezzo il mare dai il meglio :)

        • Sicuramente meglio della foto Test c’è, però ancora non ci siamo… poi st’estate se riesco nel mio intento vedrai la differenza :-)
          Grazie comunque! :-)

  2. Giovanni Mattei

    Ps: dovresti vedere se trovi qualche settaggio per mettere degli avatar. Così sono davvero bruttini, sta cornice nera è orribile :\

    • Eh per gli Avatar WordPress usa il cosiddetto gravatar, praticamente ti iscrivi in un sito (http://it.gravatar.com/), carichi la foto che desideri e questa ti segue nel web cosicché quando vuoi commentare ad esempio un blog come questo non devi caricare alcun avatar ma hai già il tuo gravatar :-)

  3. Complimenti per lo Startrails. mi ha sempre affascinato questo tipo di fotografia, e mi piace sperimentare tutto ciò che ingegno e la creatività con tempi lunghi ti permette di ottenere.. curiosità come ti sei organizzato per scattare? nel senso quanto tempo per ogni scatto?, e tra uno scatto e l’altro hai fatto delle pause o hai stattato a raffica?? immagino che sia più complesso di un timelaspe
    grazie in anticipo

    Gianpiero Casetta

    • Ciao, scusa per il ritardo nella risposta :)
      Allora per ogni scatto erano 30 secondi e fra uno scatto e l’altro vi era un pausa di un paio di secondi per evitare di surriscaldare il sensore.
      Niente di complicato fidati, compra un buon intervallometro, armati di pazienza e vai di cavalletto :)

Leave a Reply